martedì 2 gennaio 2007

I sani di mente

Qual è la definizione di "sano di mente"? C'è una linea di confine al di qua della quale si è definiti sani e al di là della quale si è definiti insani e qualunque cosa è lecita? Chi è che stabilisce chi è matto e chi è sano? Cosa bisogna fare per essere classificati tra chi ha perso il senno? Chissà com'è il mondo "di là", lontano dai normali. Che bello sarebbe poter scegliere di impazzire e restarsene a guardare i sani di mente che trafficano nelle loro cose...

1 commento:

andre ha detto...

non solo è difficile tracciare una linea di confine tra i sani e i malati di mente, ma siamo noi stessi che camminiamo su queto bordo, su questa linea di confine e a volte possiamo passare da una fase a un'altra. comunque in genere i matti sono sempre "gli altri".
Andre