domenica 21 gennaio 2007

... e poi dite che sono cattiva?!

Siamo a metà orali: su 102 ammessi ne abbiamo già interrogati una cinquantina.
Numero bocciati? Per ora siamo a quota 1! E poi dite che sono cattiva?! Non ho mai dato tanti 30 come in questa sessione... (Meno male che questi ingegneri da grandi non costruiranno ponti o case...) Mi aspetto comunque che la percentuale di bocciati nella prossima cinquantina aumenti sensibilmente: è prassi consolidata che i bravi vogliano venire interrogati il prima possibile, mentre chi tentenna un po' cerchi di posticipare la data nella speranza di assimilare nel frattempo il più elevato numero di nozioni possibili...
Quando abbiamo dato loro i fogli delle liste per gli orali si è creata la bolgia per accaparrarsi i posti nei primi due giorni... in mezzo a questa confusione una ragazzina si è svincolata con in mano fogli dell'ultimo giorno, li ha sfogliati tutti e si è segnata in fondo... che più in fondo non si poteva... :)

Avendo interrogato i più bravi per ora di chicche non ce ne sono molte.

- Una ragazza si è giocata la lode per il ripetuto uso della parola "sconvalidare"! Forse lì sono stata cattiva, ma un 30 e lode deve brillare di bravura... e se non sa parlare in italiano... insomma...

- "Prof! Prof!- rivolgendosi a me- l'altra volta m'ha segato il professore. Io stavolta voglio venire interrogato da lei!"... e alla fin dei conti ha avuto ragione perché gli ho dato 24. Quando gliel'ho proposto è rimasto a bocca aperta senza rispondere... "Lo accetti?" gli ho chiesto... Proprio le parole non gli uscivano dalla bocca ma ha iniziato a scossare la testa in segno di "sì" e con uno scatto fulmineo ha preso il libretto e me lo ha messo sotto le mani prima che mi pentissi di quanto avevo appena proferto.

- A un ragazzo greco invece avevo proposto 27. "Mi farebbe un'altra domanda? Io volevo 28." (ma 27 non è più un bel voto al giorno d'oggi? Io ero contenta quando mi davano 27!... mah...). Di solito a queste richieste rispondo di no... ma c'erano ancora solo due persone da interrogare e del tempo ce n'era parecchio, allora ho acconsentito. Alla domanda di riserva ha però risposto come alle altre, ossia bene ma facendo una gran confusione e tralasciando tutti i particolari. Si vedeva che aveva studiato e che le cose importanti le sapeva, ma era davvero confusionario nell'esporre e poi alcune cose non le sapeva tanto bene... Insomma... ho aspettato che con un paio di minuti di silienzio si rendesse conto anche lui che non sarebbe arrivato in fondo alla risposta e gli ho detto che se gli andava bene quel 27 di prima glielo registravo altrimenti "tanti slauti". Ha sbuffato e borbottato, ma alla fine lo ha accettato... Mah... 'sti giovani d'oggi io proprio non li capisco...

- "Che cos'è una retta?"
"Una retta è QUANDO..."
:.(

- Per non parlare di quando chiedo che dimensione hanno un piano o una retta... se ne sentono davvero di tutti i colori... Qualcuno ha anche il coraggio di dirmi che il mondo in cui viviamo è a 4 dimensioni (gulp!), oppure a 2... mah... SIAMO TUTTI PIATTI E NON LO SAPEVAMO!!! :D

- "Se io PRENDEREI questo vettore e lo FACESSI in combinazione lineare"
... ma che ci cuocia anche due spaghetti e siamo a posto...
...sob...

Le prossime saranno ancora più belle! :D

2 commenti:

Damiano ha detto...

Dai Lalle confessa... ormai sei passata dal lato oscuro della forza e ti diverti un mondo a torturare questi poveri studenti :P

Cmq non vedo l'ora di leggere le chicche degli altri orali!

Baci

lallemath ha detto...

no! non mi diverto affatto a torturarli... anzi, tutt'altro...
Ma mi diverto un sacco quando usano l'italiano con la zappa!