giovedì 27 settembre 2007

"Comici Politici" o "Politici Comici"?

Non è affatto insolito che comici, satirici o vignettisti godano di una libertà maggiore rispetto a quelli che ostentano serietà. Ciò è valido generalmente per i regimi totalitari come per le democrazie occidentali e suppongono che il fenomeno risalga alla tradizione dei giullari di Corte e di altri personaggi simili che popolano il teatro e la letteratura popolare.
Noam Chomsky,
Fonte: Ansa rivistaonline.com, 24 settembre 2007

A proposito di questo fenomeno Grillo (Grillo ora, ma... che dire di Dario Fo in passato?) in Italia,
vi sottolineo l'arresto di ieri nell'ex-Birmania di Zaganar (attore comico ivi molto popolare).

2 commenti:

Silvano ha detto...

Ciao, hai letto questo commento/appello di Paolo Barnard a proposito del V-Day?

Silvano

lallemath ha detto...

Caro Silvano,
grazie del link! Non lo conoscevo.
Un articolo del Resto del Carlino della settiamana scorsa paragonava il "V.Day" al "Me ne frego" nazista...
Ora dicuamo che il RDC è sempre iol solito esagerato... però fa riflettere..-