mercoledì 5 dicembre 2007

un tranquillo rientro

crolla una parte di soffitto di un'aula
la lezione che facevamo lì dalle 9 alle 11 del mattino viene spostata dalle 5 alle 7 di sera.

chiedo agli studenti di arrivare alle 5 puntuali così accumuliamo i 2 quarti d'ora accademici alla fine per terminare la lezione alle 6:30 e permettermi di prendere il treno delle 7.

ieri ultima lezione prima dell'esame
al termine i ragazzi mi tengono lì altri 45 minuti per farmi domande
(di solito succede che sono i prof a far star lì gli studenti che vogliono fuggire... ma gli studentelli di quest'anno sembrano molto più volenterosi della loro prof...)
dunque perdo treno delle 7

ieri c'era una qualche partita di calcio
l'autobus che prendo io passa proprio dallo stadio
=> deviano la corsa
...
nessun problema per me visto che dovevo scendere al capolinea
ma,
come in ogni autobus cittadino che si rispetti,
inizia il panico tra i passeggeri:

il primo a farsi sentire è il "matto" di turno, un tipo davvero spassoso che sapeva a memoria tutti i percosi di tutti gli autobus della città ed inizia a gridare a gran voce che lui sapeva la strada, che stessimo tutti tranquilli che ci avrebbe salvato lui da questa situazione!

inizia così a fare da navigatore all'autista...

alla prima fermata diversa dal solito fioccano gli insulti al povero autista che non aveva gran colpa se avevano deviato il tragitto
ma poi si spostano su quei viaggiatori che osavano prendere le difese dell'autista sostenedo che c'erano cartelli a tutte le fermate dell'autobus che annunciavano la deviazione
...
"state calmi! niente panico! ci sono io! so io la strada! vi salverò!"
...
gli ostaggi continuano la loro corsa tra risa e urla fino a quando
...
ahimè
...
il nostro salvatore deve scendere dall'autobus
...
...
c'è chi si rattrista perché era sceso un motivo di ilarità, e chi invce tira un respiro di sollievo perché (chissà perché) quando si ha vicino una persona che non rientra negli schemi della normalità, la maggior parte delle persone entra in crisi e se non ne può fuggire cerca di far finta di niente per non essere coinvola (il diverso fa paura... che tristezza...)
...
...
in realtà nessuno sapeva che il nostro supereroe era davvero la nostra ancora di salvezza...
perché l'autista non sapeva la strada
...
ora eravamo impanne
...
fermi all'incrocio
da una parte una coda chilometrica di auto che cercano parcheggio per la partita
dall'altra un senso unico
...
siamo su un autobus => possiamo prendere il senso unico alla rovescia (???)

EVVAI!!!!

"vada a destra!"
"no giri a sinistra"
"prenda lo stradone"
"no quello ci porta fuori!"
...
panico!
l'autista non sa che pesci pigliare
e la gente è giù di testa
...
il nostro supereroe non c'è più
ora lo rimpiangono tutti
...
...

insomma.... impieghiamo il doppio del tempo che si impiega di solito ma arriviamo

Mancano 5 minuti alla partenza del treno delle 8
ce la faccio a prendere un panino?
ho fame, proviamo!
entro in un bar
«Ciao, mi puoi fare un panino?»
"no"
«va bene anche quello che hai lì nel banco»
"il panino te lo devo scongelare"
«no, ho il treno tra 5 minuti, se puoi darmi quello che hai lì nel banco, prendo quello, altrimenti è lo stesso»
"va bene ti farcisco quello"
(era un normalissimo panino vuoto... chissà perché non me lo voleva dare)
"cotto? crudo? mortadella? maionse? cipolline? cetriolini sottaceto? altrimenti ho anche queste carotine....."
«crudo e basta»
"neanche un po' di maionese?"
:.(
«no! grazie!»
taglia il panino,
accende lo scaldino
aspetta che diventi incandescente
ci mette il panino
prende fuori il prosciutto
lo pulisce per bene
ed inizia ad affettare
...
una fetta
et voilà
un'altra fetta
lalalalala
una terza fetta
...
...
poi guarda il panino
mhm... no no non è ancora abbastanza arroventato
«anche se non è caldo è lo stesso: tra poco ho il treno»
"davvero non ci vuoi neanche un po' di maionese?"
:.(
:.(
:.(
ok... manteniamo la calma... in fin dei conti è solo un panino, ho solo mal di testa da una settimana, ho solo fatto lezione ad un centinaio di studenti fino alle 7 di sera, mi sono spanciata dalle risa su un autobus dirottato causa partita, se perdo questo treno c'è ancora l'ultimo treno dopo un'ora... non è un problema...

insomma...
il nostro paninaro ce la fa

catapulta al treno
benedette FS italiane sempre in ritardo!

1 commento:

Gigino il pestifero ha detto...

E ma povero... cercava solo di essere carino, dai :-)